Come frutti sull’albero……

Spesso pensando ai figli che crescono diciamo una frase del tipo: “maturerà!”

Mi sono fermata tante volte a pensare al vero significato di questa parola e l’immagine che mi viene in mente è quella della frutta sull’albero che matura (cresce) e poi è pronta per la sua funzione. In realtà questa idea abbinata ai bambini/ragazzi è alquanto diversa perché maturare significa accumulare esperienza. Per esempio, tanto per citarne uno molto banale, all’età di 5-6 anni i bambini sono predisposti ad acquisire nuove nozioni scolastiche e con l’entrata a scuola è importante sostenere autonomia e curiosità per i propri interessi. A livello neurofisiologico ci sono età in cui la possibilità di rendere attive tutte le connessioni disponibili è massima; è proprio il momento migliore perché ciò avvenga, stimolandoli a sviluppare certe abilità. Se ciò non accade, per ogni esperienza mancante, ci sarà una connessione che “appassirà”. La funzione che poteva svilupparsi al massimo grado potrà essere acquisita in un secondo momento, ma con molta più fatica e non con lo stesso identico potenziale. I figli hanno bisogno di noi e non matureranno come per magia, sono esseri umani e non frutti sull’albero. Scriverò prossimamente articoli per varie fasce di età, intanto continuate a scrivermi (potete farlo anche sotto l’articolo e non necessariamente in privato).

Dott.ssa Valeria Randisi

Psicologa, Psicoterapeuta, master in D.S.A.